Archivi

Quota sociale annuale e donazioni

La quota sociale è di € 15,00 mentre e' possibile fare una libera donazione all'Associazione per meglio sostenere la sua attività. Cliccare qui per informazioni su come effettuare il versamento

Wormhole“, il romanzo di Umberto Guidoni e Donato Altomare

 Nel maggio del 2019, durante l’assemblea annuale Wormhole della World Science Fiction Italia e l’ VIII edizione del Premio Vegetti tenute a Firenze, realizzai un’intervista all’astronauta e astrofisico Umberto Guidoni, poi pubblicata su Dimensione Cosmica (n.8/2019). Tra le varie domande gli chiesi se avesse mai pensato di scrivere un romanzo di fantascienza, la sua risposta fu la seguente: “La fantascienza è il mio sogno nel cassetto e la mia aspirazione è scrivere un romanzo, la voglia e qualche idea in proposito ce l’ho!”. Quanto da lui dichiarato non mi stupì poiché lo stesso Guidoni ha più volte asserito che proprio la lettura delle avventure di fantascienza da bambino lo aveva invogliato a voler studiare l’universo e poi anche a voler percorrere lo spazio. Nella stessa giornata, parlo sempre dell’incontro di Firenze, il presidente del sodalizio Donato Altomare, che tenne con lui una conversazione sulle missioni spaziali, gli conferì la tessera di socio onorario.
 ”Sono nati lì i presupposti che ci hanno portato a collaborare per poi anche scrivere insieme – ha riferito Donato Altomare (che, ricordiamo, è stato per due volte vincitore del Premio Urania Mondadori). Umberto aveva scritto saggi di divulgazione scientifica, ma non si era ancora cimentato con la narrativa per quanto fosse un suo desiderio”. Queste le premesse che hanno portato Guidoni e Altomare a realizzare a quattro mani il romanzo “Wormhole” (copertina di Luca Oleastri, pagg. 282 – Mursia 2022, euro 17) nel quale hanno con maestria combinato le grandi competenze scientifiche e la conoscenza dello spazio del primo e la travolgente fantasia tramutata in abile capacità affabulatoria del secondo, costruendo una trama al contempo affascinante e coinvolgente. Come riporta il giornalista e saggista Enzo Verrengia in una recensione sul quotidiano La Gazzetta del Mezzogiorno: “Nel romanzo Wormhole Altomare e Guidoni si cimentano in una variazione stupefacente di quella che costituisce la hard science fiction, ovvero la fantascienza hard dalle fondamenta solide e plausibili”. Il romanzo si apre con una situazione che si è realmente verificata ossia l’identificazione, nel 2017, di un asteroide denominato Oumuamua che presentava delle stranezze rispetto ad altri corpi celesti. “Si trattava di un asteroide -ha aggiunto Altomare- con anomalie incredibili. Anzitutto era di provenienza extrasolare, di rara forma sottile e lunga, riluceva tantissimo e si muoveva intorno a sé stesso, inoltre è uscito dal sistema solare aumentando la velocità. Umberto Guidoni -ha continuato lo scrittore- che ne aveva letto ha dato l’idea di abbozzare una storia attorno all’argomento. Così ho buttato giù una trama sulla quale abbiamo lavorato a lungo scrivendo tantissime versioni che ogni volta ci scambiavamo”. Nella narrazione che si svolge nel 2069 gli autori ci hanno tenuto anche a parlare di problematiche del nostro pianeta, prima tra tutte quella legata ai mutamenti climatici e ai conseguenti pericoli cui va incontro la Terra.
 Il Wormhole rappresenta un buco temporale nello spazio, in tale quadro Guidoni, qualche giorno addietro ai microfoni di RDS, ha spiegato che esso è legato alla Teoria della relatività di Einstein e si riferisce ad una quarta dimensione che collegherebbe zone dello spazio tra loro molto lontane. Ed è proprio da questo buco temporale che nel romanzo gli autori fanno venire fuori l’asteroide che rappresenta l’avanguardia della flotta aliena che attacca la Terra. Insomma, un romanzo che sancisce una collaborazione tra due personalità di diversa formazione le quali partendo da dati scientifici e reali hanno costruito un testo capace di divertire e far sognare il lettore. La chiusura lascia una porta aperta ad una futura eventuale storia che potrebbe vedere i due autori impegnarsi in una nuova appassionante avventura fantascientifica.
 ”Wormhole“, da qualche settimana presente nelle librerie, sarà presentato a Frosinone venerdì 28 ottobre alle ore 18 presso la libreria Ubik in Via Aldo Moro 150/A. Seguirà un incontro a Potenza (con sede da definire) il 12 novembre prossimo.

Filippo Radogna

N.D.R. L’opera è disponibile in formato cartaceo e digitale presso l’ editore, ibs.it, unilibro, la Feltrinelli, libreriauniversitaria.it, Mondadori store, HOEPLI.it, librerie.coop, LIBRACCIO.it, Amazon e nelle migliori librerie.

I commenti sono chiusi.