Archivi

Quota sociale annuale e donazioni

La quota sociale è di € 15,00 mentre e' possibile fare una libera donazione all'Associazione per meglio sostenere la sua attività. Cliccare qui per informazioni su come effettuare il versamento

La sinagoga degli iconoclasti (Hervé Le Tellier)

Continuiamo a proporre recensioni di opere al margine del fantastico scritte da un nostro socio che vuole sempre mantenere l’anonimato. Buona lettura.

Donato Altomare

Le Tellier, Hervé – L’anomalia (La Nave di Teseo 2021-03)
 Vincitore del Premio Goncourt 2020
 Nel marzo 2021, un Boeing 787 di Air France in volo da Parigi a New York incappa in una grande turbolenza prima di atterrare. Tre mesi dopo lo stesso aereo, con gli stessi passeggeri e un identico equipaggio, ricontatta i controllori di volo dell’aeroporto JFK. L’inspiegabile duplicazione provoca il dirottamento dell’aereo in una base militare. Le indagini degli Stati Uniti e delle altre potenze scatenano una caccia all’uomo planetaria per rintracciare i misteriosi doppi di tutte le persone a bordo. …continua a leggere

Sorriso in viaggio

Segnaliamo la lodevole iniziativa della socia Monica Serra cofondatrice e vicepresidente di Sorriso in viaggio e.t.s., neonata associazione no-profit che si occupa di sostenere i nuclei familiari costretti a spostarsi per permettere ai propri figli minori di ricevere adeguata assistenza medica.

Perché la malattia non deve toglierci tutto. Non deve privarci della normalità. Un bambino ha solo una cosa di cui doversi preoccupare: essere felice.

Lo scopo dell’Associazione è sollevare la famiglia del bambino/ragazzo dalle incombenze economiche e organizzative della trasferta, facendosi carico delle spese di viaggio, pernottamento, pasti, documentando ogni intervento con la massima trasparenza e dandone adeguata comunicazione tramite il proprio blog, visibile QUI, e i propri canali social. Alla base del progetto c’è la convinzione che …continua a leggere

L’universo fantasy di Fabrizio Fangareggi

Fabrizio“Da quando ho memoria mi è sempre venuto naturale inventare e raccontare storie, lo facevo sin da piccolo con i miei pupazzetti di peluche, creando spettacoli per tutta la famiglia”. E’ la prima cosa che ci racconta Fabrizio Fangareggi aprendo questa intervista. Fabrizio è un narratore, rapito dalla scrittura con la quale ha iniziato a cimentarsi alle scuole medie riempiendo quaderni su quaderni di storie e non smettendo mai negli anni. In più non va sottaciuto che si è perfezionato diplomandosi al Corso di regia e sceneggiatura dell’Accademia nazionale del cinema di Bologna. Ma, non perdendo mai il contatto con la realtà, grazie …continua a leggere

La sinagoga degli iconoclasti (Arik Kershenbaum)

Continuiamo a proporre recensioni di opere al margine del fantastico scritte da un nostro socio che vuole sempre mantenere l’anonimato. Buona lettura.

Donato Altomare

Kershenbaum, Arik – Guida galattica per naturalisti. Cosa gli animali ci dicono sull’universo (Il Saggiatore 2021-02)
 L’esistenza di pianeti abitabili all’esterno del Sistema solare è ormai certa e gli scienziati sono convinti che presto scopriremo forme di vita extraterrestri. Ma come sono fatte queste creature che incontreremo? Secondo Arik Kershenbaum dobbiamo partire da ciò che sappiamo della vita sul nostro pianeta: il modo in cui sono fatti gli organismi terrestri può dirci come potrebbero essere fatti i viventi degli altri mondi. Su qualsiasi pianeta, come sulla Terra, gli animali dovranno …continua a leggere

Terre aride” di Mariano Rampini

Rabbia.

E’ il primo non-sentimento che mi ha assalito una volta terminata la lettura del romanzo di Mariano Rampini Terre Aride (Aporema Ed. 2021).

Il web, lo sappiamo, brulica di racconti e romanzi mediocri per i quali fanno a gara amici compiacenti o pseudocritici prezzolati a decantarne le lodi, senza rendersi conto che fanno un grande danno alla lettura in genere e al fantastico in particolare. Tanti ‘scrittori’, per autoelezione e non certo per valore, continuano imperterriti a proporre le loro opere fiduciosi nel fatto che se dici cento volte che il tuo è un buon romanzo alla fine il tuo romanzo diverrà… buono.

Potenza persuasiva del web! Ingannevole.

E poi ti capita tra le mani un romanzo come quello di Rampini. …continua a leggere