Archivi

Quota sociale annuale e donazioni

La quota sociale è di € 15,00 mentre e' possibile fare una libera donazione all'Associazione per meglio sostenere la sua attività. Cliccare qui per informazioni su come effettuare il versamento

La scomparsa di Vittorio Catani

E se n’è andato anche lui, ieri pomeriggio, in silenzio, matrigna natura, come dice sempre il suo fraterno amico Eugenio Ragone, l’ha consumato lentamente ma inesorabilmente sino a trasformarlo in un fantasma di se stesso per poi portarselo via distrutto nel fisico e nella mente.

Un fiume inarrestabile di ricordi mi ha quasi travolto ieri sera quando l’ho saputo. Avrei voluto dire mille cose, tanti aneddoti di un’amicizia che ha avuto anche i suoi momenti oscuri. E come fraterni amici abbiamo fatto tante cose insieme, creato, inventato. Abbiamo persino litigato, ma in fondo in fondo non siamo mai riusciti a restare offesi a lungo.

Tra le mille cose che vorrei ricordare ce ne è una molto particolare. 1989, presentavo la mia prima ‘vera’ antologia di fantascienza, quel “Cuore di Ghiaccio” edito da La Vallisa ormai introvabile se non ad alto prezzo. In una sala stracolma, Vittorio, uno degli amici che mi presentava, prima di iniziare il suo intervento, mi dà una straordinaria notizia: Mondadori ha deciso di bandire il Premio Urania. E il primo a vincerlo è proprio lui. Vittorio Catani.

E sono stato io ad avere l’onore di comunicarlo ufficialmente.

Orgoglio e una promessa a me stesso: ci sarà un altro pugliese come Premio Italia.

Addio, amico mio carissimo,

ovunque tu sia, con chiunque tu sia, prima o poi ci rivedremo per parlare di quello che avresti ancora voluto scrivere.

Donato Altomare

I commenti sono chiusi.