Archivi

Quota sociale annuale e donazioni

La quota sociale è di € 15,00 mentre e' possibile fare una libera donazione all'Associazione per meglio sostenere la sua attività. Cliccare qui per informazioni su come effettuare il versamento
Importante: Gli iscritti per la prima volta all'Assoc. World SF Italia nell'ultimo quadrimestre (settembre-dicembre) del 2017 risulteranno iscritti anche per l'anno seguente 2018.

Il 23 marzo a Roma “L’ultimo angolo di mondo finito” di G. Agnoloni

    Sapere che il bravo Giovanni Agnoloni, scrittore, saggista e traduttore fiorentino, è nuovamente sulla scena della fantascienza italiana con un suo romanzo non può che farci piacere. Il titolo è “L’ultimo angolo di mondo finito” (Galaad Edizioni 2017, pp. 266 – euro 13) ed è il capitolo finale della serie che Giovanni ha scritto sulla fine dell’era Internet.
    Il primo del ciclo era stato pubblicato nel 2012 “Sentieri di notte” (Galaad Edizioni), un noir fantascientifico, che fu favorevolmente accolto dai lettori per via di una trama che aveva una notevole vena riflessiva e che forniva una lettura originale sulle derive della società tecnologica. Il seguito era stato “Partita di anime” (Galaad Edizioni 2014), che conteneva due diversi testi narrativi. Qui l’autore toscano si indirizzava verso suggestioni letterarie condizionate dal filone letterario connettivista e quindi di ricerca in cui, in un prossimo futuro, una multinazionale decideva di prendere il potere politico staccando la rete e l’energia internet. Sempre nel 2014 giungeva il romanzo “La casa degli anonimi“, ancora Galaad Edizioni, in cui proseguiva il lavoro di speculazione letteraria interagente con la tecnologia e con un taglio noir filosofico sempre impregnato di un buon ritmo narrativo.
    E arriviamo ai giorni nostri in cui tra un viaggio e l’altro, tra Spagna, Polonia e Paesi del Nord Europa, tra una traduzione e l’altra il Nostro ci dona un’ulteriore avvincente storia: appunto “L’ultimo angolo di mondo finito“. Il romanzo è ambientato nel 2029, in un mondo nel quale le comunicazioni sono sempre più degradate e le metropoli sono state invase da ologrammi. Frattanto la Rete sembra rinascere grazie all’uso dei droni. L’intrico di situazioni e circostanze da parte dei protagonisti porterà a schiudere nuovi insperati scenari per il futuro del mondo. Sono solo pochi elementi della misteriosa storia che Giovanni Agnoloni ci presenta del suo recente lavoro. E per il resto? Vi consigliamo vivamente, se siete a Roma, giovedì 23 marzo di passare alle ore 18 dalla libreria L’Orto dei Libri (in via dei Lincei, 31) per la prima presentazione del romanzo.
    Ma ci saranno altre occasioni: il 5 aprile, infatti, sarà la volta di Lucca presso la sede dell’Associazione Cesare Viviani, oppure il 13 aprile a Firenze presso il Caffè letterario La Citè. Gli altri appuntamenti saranno di volta in volta comunicati sul sito internet (https://giovanniag.wordpress.com) dell’autore.

Filippo Radogna

I commenti sono chiusi.