Archivi

Quota sociale annuale e donazioni

La quota sociale è di € 15,00 mentre e' possibile fare una libera donazione all'Associazione per meglio sostenere la sua attività. Cliccare qui per informazioni su come effettuare il versamento
Importante: Gli iscritti per la prima volta all'Assoc. World SF Italia nell'ultimo quadrimestre (settembre-dicembre) del 2017 risulteranno iscritti anche per l'anno seguente 2018.

Agenda soci

  • The results are being filtered by the character: R
A B C D F G I L M P R S T V Z

R

Foto di Filippo Radogna
Filippo Radogna
Laureato in scienze politiche, giornalista

ANNO DI NASCITA: 1964
RESIDENZA: Matera   E-MAIL: filippo.radogna@gmail.com

SONO APPASSIONATO DI:
Leggo e scrivo di tutto, dal mainstream, alla fantascienza, al weird, alle storie di avventura. Ex mezzofondista, oggi mi alleno quando posso.

DI ME VORREI FARVI SAPERE CHE:
Ho collaborato con i quotidiani L’Umanità, Roma e Corriere del Giorno. Attualmente scrivo per testate locali e nazionali tra cui il settimanale L’Informatore Agrario. Ho pubblicato diversi studi sulla storia dell’agricoltura. Collaboro con la webzine La zona morta e con il sito della World Science Fiction Italia. Sono anche interessato all’archeologia e alla storia della scienza e della tecnica.

Foto di Rocco Eugenio Ragone
Rocco Eugenio Ragone
ex funzionario Ministero Finanze (anno di scarcerazione: 2009)

ANNO DI NASCITA: 1945
RESIDENZA: Bari (BA)   E-MAIL: e.ragone@yahoo.it

SONO APPASSIONATO DI:
Narrativa fantastica; giocatore di prima categoria nazionale ed istruttore nazionale della Federazione Scacchistica Italiana; sceneggi-attorucolo di teatro e cinema.

DI ME VORREI FARVI SAPERE CHE:
Quando ero anziano mi imbattei nel cinema di sf e negli scacchi, che coltivai con senile esclusiva passione. Ringiovanendo, mi cimentai con la narrativa, il teatro, il cinema e qualcos’altro. Dei miei lavori amo soprattutto il tema, che scriverò in prima media, I miei balocchi. Quando sarò più giovane mi dedicherò alla ricerca del primo amore. In attesa di dissolvermi, a Dio piacendo, nel grembo materno.