Archivi

Quota sociale annuale e donazioni

La quota sociale è di € 15,00 mentre e' possibile fare una libera donazione all'Associazione per meglio sostenere la sua attività. Cliccare qui per informazioni su come effettuare il versamento

La sinagoga degli iconoclasti (Emanuele Trevi)

Continuiamo a proporre recensioni di opere al margine del fantastico scritte da un nostro socio che vuole sempre mantenere l’anonimato. Buona lettura.

Donato Altomare

Trevi, Emanuele – Viaggi iniziatici. Percorsi, pellegrinaggi, riti e libri (UTET 2021-09)
 Viviamo in un mondo che ci ha abituato al turismo di massa, ai viaggi organizzati nei quali il partecipante si aspetta di trovare ovunque una replica del proprio stile di vita. Emanuele Trevi riporta l’attenzione al significato originale di “viaggio” inteso come modificazione di sé a contatto con realtà diverse dalle proprie. Dà conto di queste realtà andando a cercarle nella grande letteratura di viaggio. Dunque, il lettore che apre queste pagine si trova proiettato in realtà aliene sorprendenti. Per esempio, si imbatte ne Il grande viaggio in slitta, opera di Knud Rasmussen il quale racconta la propria avventura nel 1921 in Groenlandia, dove incontra la civiltà eschimese; oppure l’esperienza del drammaturgo Antonin Artaud il quale nel 1936, trovandosi in Messico in crisi d’astinenza da eroina, visita gli indiani Tarahumara e sperimenta il peyotl, ricavandone un vero e proprio rito di passaggio; oppure ancora dell’incontro avvenuto nel 1946 in Mali tra Marcel Grialule e il grande saggio cieco della popolazione Dogon, il quale rivela una profondità di pensiero sconcertante.
 Dunque, viaggiare significa allontanarsi dalle proprie abitudini e certezze, affrontare una morte simbolica e la rinascita conseguente. Scrivere di sé vuol dire mettere ordine in questa esperienza e avere consapevolezza della nuova condizione raggiunta. Consapevolezza che viene mutuata al lettore tramite lo strumento libro.

I commenti sono chiusi.